Pagine

venerdì 7 settembre 2012

Sesso senza sentimenti. La fine.

Ho trovato la risposta a cosa sono per lui *rullo di tamburi* *RULLOOO* sono solo sesso.  Se vi siete persi qualche puntata qua (prima parte) e qua la seconda.

C'avevo creduto, veramente. Credevo di farlo cambiare, di farlo innamorare, il tentativo più fallito nella storia dei rapporti amorosi e non. Se mi mettessi a costruire un robot per farlo andare su Marte ci riuscirei, ma cambiare lui è impossibile. Ci sono rimasto male, ma devo abituarmi, sono solo, o questo, o niente.

Dopo un mese ho imparato a mettere da parte i sentimenti (forse, ancora in fase BETA), SIII, sesso senza sentimenti, è questa la chiave della felicità. Quindi mettiamo nell'armadio l'Ivan sentimentale, come gli short e le magliette a maniche corte e tiriamo fuori le giacche pesanti e impacchettiamo i sentimenti dietro una corazza di titanio e platino. Quindi per ora per me non c'è amore, ma non significa che non può esserci felicità. No, niente, la mia è una vita triste ed ormai la accetto così per come è. Triste, 2 giorni normali, 2 ore di felicità, triste.

Arrivato a questo punto, mi chiedo: "ma prima o poi cambierà qualcosa?".
Le masse risponderanno: <dipende da te, se non fai niente per cambiare il presente, il tuo futuro non migliorerà>. (Cazzo devo fare!?)
L'oroscopo: <aspetta, grande cambiamento in arrivo> (Aspetta e spera!)
La religione: < la misericordia di Dio/Buddha/Ganesh/Babbo Natale/Bosone di Higgs è grande, ascolterà le tue preghiere, nel frattempo dedicati al volontariato>. (Aspetta e spera 2.0)
Mia mamma: <vai a lavorare.>

Io qua sono, quando troverò un po' di coraggio (vedi: ricco figo che mi mantiene), farò le valigie.