Pagine

lunedì 19 marzo 2012

Piccole speranze.

Buongiorno. Questa mattina mi sono svegliato prestissimo (07:50), sono rimasto a poltrire nel letto fino alle 10:30. Ho pensato a tante cose, tantissime cose. Sono rimasto per troppo tempo intrappolato nelle mie paranoie, ora è il momento esatto per liberarmene e finalmente andare avanti.

Ho visto per troppo tempo le persone a cui tengo di più andare avanti con la propria vita, creare progetti per il futuro mentre io rimanevo soltanto una spettatore. La mia parte è sempre stata quella di occuparmi dei sogni degli altri, di condividerli con loro, ma ad un certo punto dovevo fermarmi e pensare a me. Devo creare un mio sogno e cercare di realizzarlo, farlo per me e per stare meglio. Devo fissarmi degli obbietti e soprattutto rispettarli.

Devo assolutamente ringraziare tutte le persone che mi sono state vicino e che continuano a farlo. Senza di loro in questo istante non starei scrivendo queste parole, ma ora è arrivato il momento che inizi a cavarmela da solo.

Consapevole del fatto che questa sensazione di libertà/felicità/indipendenza durerà poco provo a godermela.

Ciao.

Nessun commento:

Posta un commento